Domande frequenti

12″ a 33 1/3 rpm (volume da LP): 18 minuti per facciata
12″ a 45 rpm (volume da maxi single): 9 minuti per facciata
7″ a 45 rpm (volume da single): 4:30 per facciata
7″ a 33 1/3 rpm (volume da LP): NON CONSIGLIATO

 

Potete utilizzare sia il form presente nel sito sia scriverci una mail con all’interno quanti più dettagli possibili: grammatura dei dischi, durata delle facciate, numero di colori delle etichette, se si vogliono le copertine, a quanti colori. In breve tempo verrete ricontattati.

Potete scansionare il preventivo inviato, debitamente compilato e firmato, e inviarcelo per email, possibilmente insieme alla scheda lavoro SIAE, presupposto necessario ed obbligatorio per la consegna del lavoro.

Il materiale, sia la grafica che l’audio, potete inviarlo tramite una gigamail o un wetransfer, a cui accedere per il download. In caso di necessità di interventi, sarete ricontattati per mail.
I formati audio consigliati sono .wav-ddp-cda-nrg; sono esclusi categoricamente gli .mp3. Questa è una modalità di invio esclusiva.

Vi verranno forniti i vinili comprensivi di etichette fronte e retro ma in busta bianca con foro; l’allestimento lo potete fare voi.

Certamente, perché vengono inviati 5 test pressing per l’ascolto. Queste copie non sono stampate a freddo ma seguono il medesimo processo di lavorazione delle copie finali, cioè con procedura galvanica.

Si raccomanda, per evitare slittamento dei tempi di consegna, necessaria approvazione del test pressing entro e non oltre 48 ore dalla sua ricezione.

VOLUME: Il volume del master per un incisione stereo deve essere per lo standard analogico 0 dbu o 0,775 volts. Bit rate: 16 bit è ok, 24 bit è ottimale, 32 bit è piuttosto ridondante. Cercare di non andare oltre i -12 dB RMS di volume, si rischiano distorsioni.

BASSI: Se non avete molta esperienza con le registrazioni e il mastering, è consigliabile registrare i bassi sotto i 150/300 Hz in MONO. Frequenze sotto i 20 Hz possono creare gravi problemi di risonanza sul braccio del piatto, causando il salto della puntina.

ATTENZIONE AGLI ALTI: è meglio limitare le frequenze per evitare distorsioni. Esiste infatti un limite fisico del solco stereo per cui le frequenze troppo alte non vengono “interpretate” correttamente dalla puntina del giradischi (soprattutto le puntine sferiche).

FREQUENZE ALTE:
Non è possibile incidere frequenze sopra i 14/15 Khz a volumi molto alti. Non è possibile incidere note continue ad alte frequenze.

FREQUENZE ALTE – NORMALIZE: Se è necessario effettuare un normalize è più indicato farlo su ogni singola traccia o ancora meglio su ciascun suono (soprattutto se campionato da CD o vinile). Se possibile evitare di fare il normalize sulla traccia finita.